Prestito tra privati con bonifico

Nel momento in cui i normali canali per ricevere un prestito vengono meno, per un motivo o per altro, è possibile rivolgersi a percorsi alternativi alle normali strutture di credito per ottenere concessioni, come ad esempio il prestito tra privati. Vista la situazione attuale è facile che avvengono prestiti tra amici e parenti, con tutti i vantaggi del non passare attraverso gli istituti di credito: come ad esempio il fatto che gli interessi sono minimi e spesso nulli.

Essendo un metodo non tradizionale per ottenere un prestito, lo scambio di denaro non avviene per i soliti percorsi. Il più utilizzato, per evitare controlli da parte del fisco è il bonifico. Anche con questa metodologia è sempre buona abitudine, soprattutto tra amici e parenti, firmare un documento da un notaio nel caso le cifre dello scambio siano molto alte, per tutelare entrambe le parti.

Per importi non troppo alti non è indispensabile procedere a una scrittura privata, anche se ovviamente tutelerebbe ambedue le parti se ci fosse un controllo da parte del fisco.

I controlli da parte del fisco possono avvenire e nel momento in cui prestiamo denaro bisogna essere precisi e non sbagliare nulla.  Se decidiamo di concedere denaro senza interessi, la causa del bonifico dovrà essere “Prestito infruttifero del...”. In caso di prestito con interessi, invece, nella causale bisognerà scrivere “Prestito fruttifero del…“. Fondamentale riportare la data e, nel caso, registrare il contratto di finanziamento tra privati.




A questo punto è chiaro che il punto cruciale è la compilazione della causale del bonifico, non ci sono regole specifiche per scrivere una causale ma lo scambio del denaro deve essere giustificato. Con una causale ben specificata non andremo incontro a richieste di chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate o ad accertamenti di natura fiscale.

In un prestito tra amici o parenti non vengono applicati interessi. DI conseguenza nella causale va sottolineato lo stato infruttifero nel prestito. Se avvenisse un errore e non avessimo scritto lo stato preciso della causale, il soggetto creditore (colui che ha erogato il prestito ndr) potrebbe essere sottoposto ad un controllo di natura fiscale e accusato in futuro di non aver dichiarato il reddito proveniente da possibili interessi.

Se il denaro, invece, lo vogliamo donare ad un nostro parente e non concedere il prestito, bisognerà essere chiari con la causale per evitare che il Fisco possa avere sospetti. Ecco che andrà scritto, allora, una formula simile a “Regalo mamma”, “regalo nonna” ed eccetera.

Quando un prestito tra privati viene effettuato senza rispettare le regole si può andare incontro ad una serie di problemi dal punto di vista legale. In primis si può rischiare di commettere un reato, violando le norme antiriciclaggio. Potrebbe essere considerato un prestito usuraio o se non viene specificato che si tratta di un prestito senza interessi e dunque infruttifero, il Fisco potrebbe pensare che si tratta invece di un prestito a cui sono stati applicati interessi che non sono poi stati dichiarati.




Vantaggi del bonifico bancario tra privati

I vantaggi di far uso di un bonifico bancario per un prestito tra privati sono tanti: l’operazione è sempre tracciabile e verificabile. Il Fisco può effettuare controlli e rendersi conto della trasparenza della transazione di denaro. Chi concede il denaro in prestito, mediante un bonifico bancario, può dimostrare senza problemi a chi ha elargito la somma in caso di accertamento fiscale. Chi lo riceve può allo stesso modo documentare da chi ha ottenuto il prestito in modo che non venga considerato come un reddito non dichiarato allo Stato.

Il discorso è chiaro e lineare: se non vogliamo avere problemi con il fisco è sempre bene poter giustificare qualsiasi passaggio di denaro. Tali movimenti di soldi devono avvenire mediante mezzi di pagamento tracciabili. In molti pensano che prestare denaro ad un amico o ad un parente sia un’operazione facile e che non richieda molta attenzione. Ma non è così. La stretta di mano può avvenire in caso di importi bassi ma non si avrà mai la certezza che quel denaro ci verrà un giorno restituito.

Un pensiero su “Prestito tra privati con bonifico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *