Mini prestito 500 euro: guida alle offerte migliori

Per un mini prestito di 500 euro si possono trovare diverse proposte da banche e società finanziari: come scegliere?

Possiamo trovarci ad avere bisogno, in tempi abbastanza rapidi, di piccole somme di denaro per spese impreviste. In questo caso spesso non consideriamo la soluzione di richiedere un mini prestito, perché il nostro timore è quello di dover pagare degli interessi troppo alti in rapporto alla somma richiesta. In realtà, per un mini prestito di 500 euro, la somma minima per cui banche e società finanziarie erogano un finanziamento, i tassi di interesse che vengono applicati non sono mai particolarmente elevati.

Inoltre, se abbiamo bisogno di una cifra contenuta, come possono essere appunto 500 euro, i tempi di erogazione del finanziamento possono essere molto rapidi, venendo così incontro alle nostre esigenze. Unico limite per questa tipologia di prestiti è il fatto che non tutte le banche li concedono, perché prevedono dei finanziamenti con somme minime più alte. La soluzione può essere quella di rivolgersi alle società finanziarie (che sono specializzate invece nel concedere mini prestiti) e alle banche online, che offrono questo servizio.

Mini prestito 500 euro: servono particolari garanzie?

Sappiamo che per accedere a un finanziamento bancario sono spesso richieste delle garanzie. Se invece richiediamo un mini prestito 500 euro, visto che la cifra richiesta è bassa, sono normalmente richieste poche garanzie, anche per rendere più rapido il processo di erogazione. Per accedere a questo tipo di prestito dovremmo semplicemente presentare una busta paga o comunque poter dimostrare che il nostro reddito ci permette di pagare con regolarità le rate mensili del prestito: si tratta quindi di un tipo di prestito accessibile a tutti, anche ai lavoratori autonomi, che spesso hanno difficoltà a ottenere finanziamenti.

E se non abbiamo un reddito dimostrabile? In questo caso sarà necessario che un soggetto terzo ci faccia da garante, assumendosi la responsabilità di pagare il nostro debito se non lo faremo noi. Altre possibilità sono quelle che la società o la banca che ci concede il prestito possa richiedere che siano messi a garanzia dei beni mobili registrati (come per esempio gli autoveicoli) oppure dei beni immobili di proprietà del richiedente.




Mini prestito 500 euro: il prestito online tra privati

Una diversa soluzione che possiamo sfruttare per ottenere un mini prestito di 500 euro è di utilizzare le piattaforme online per prestiti tra privati. In questo caso potremmo richiedere la cifra di cui abbiamo bisogno e troveremo uno o più “finanziatori” che ci daranno una quota del nostro prestito. Ovviamente in cambio dovremmo restituire loro il capitale prestato più gli interessi che saranno stati decisi al momento del prestito. Si tratta di una procedura rapida che permette di pagare tassi di interesse contenuti e che non richiede di presentare particolari garanzie.

I prestiti tra privati

C’è anche la possibilità di rivolgersi a soggetti privati che presentano caratteristiche di serietà e che operano nel campo dei prestiti tra privati da tempo. Si tratta di una tipologia di prestito che offre diversi vantaggi, in primo luogo perché non sono richieste particolari garanzie e perché non è necessario che il prestito richiesto sia finalizzato (cioè possiamo utilizzare i soldi ottenuti come meglio riteniamo, senza dover dare nessuna spiegazione). Inoltre per questo tipo di prestito tra privati è possibile anche utilizzare delle cambiali: queste rappresentano una garanzia importante per il prestatore e sono uno strumento che può rivelarsi particolarmente utile nel momento in cui chiediamo un prestito.  Utilizzando questo tipo di servizio potremmo usufruire di tassi di interesse più bassi rispetto al mercato e ottenere il prestito in un tempo brevissimo, evitando tutte le lungaggini burocratiche che una banca o una società finanziaria possono richiedere.




Mini prestito 500 euro: Banca o finanziaria

Se quello di cui abbiamo bisogno è un mini prestito per una cifra di 500 euro, scopriremo che non tutte le banche aprono una pratica per una cifra così bassa. Invece quasi tutte le società finanziarie sono disponibili anche a prestiti di cifre contenute. Le offerte possono essere anche molto diverse, soprattutto per quel che riguarda le condizioni e il tasso di interesse richiesto. Per questo è utile fare una veloce ricerca (bastano pochi click) per confrontare le diverse offerte e scegliere la migliore disponibile. Da non dimenticare poi che le offerte per i prestiti cambiano con molta rapidità: quindi è sempre importante aggiornarsi tramite i siti delle società oppure tramite appositi comparatori.

L’importanza della rata

Nel momento in cui andiamo a scegliere un finanziamento dovremmo tenere conto del TAN (Tasso Annuo Nominale) e del TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), che è l’indice che ci da un’indicazione precisa del costo del prestito. Senza dimenticare l’importo della rata: a un maggior tempo di rimborso corrisponde una rata mensile minore e viceversa. Quindi dovremmo considerare con attenzione questo aspetto, andando a scegliere una soluzione che si adatti al meglio a quello che è il nostro budget mensile, in modo da non trovarci in difficoltà nel rimborso del prestito.




I prestiti per disoccupati

Alcuni enti pubblici forniscono prestiti a soggetti che sono disoccupati e non possono fornire adeguate garanzie. In questi casi però i prestiti sono finalizzati, cioè il denaro ottenuto deve avere un utilizzo preciso (per esempio la creazione di un’attività oppure deve essere utilizzato per la formazione professionale). Molto spesso si tratta di prestiti a fondo perduto, che quindi non prevedono la restituzione del capitale e nemmeno il pagamento di interessi. Un’opzione interessante soprattutto se il prestito ci può servire nella nostra attività professionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *