Unicredit prestiti a segnalati Crif: come ottenerli?

Come ottenere da Unicredit prestiti a segnalati Crif? Le soluzioni più agevoli per ricevere un finanziamento

Ci potremmo trovare in qualsiasi momento della nostra vita ad avere bisogno di un prestito, magari per porre rimedio a una necessità improvvisa. Può trattarsi di una somma più o meno cospicua, ma in ogni caso il primo soggetto a cui penseremo di chiederla è probabilmente la nostra banca. E qui potrebbe sorgere un problema: infatti, se infatti, abbiamo avuto difficoltà o ritardi nel pagamento di un precedente pagamento potremmo essere stati segnalati come “cattivi pagatori” e quindi questa condizione potrebbe risultare dal nostro Crif.

Questo perché le banche, prima di erogare un finanziamento, controllano il Crif del richiedente e, normalmente, non danno parere positivo al prestito per i cattivi pagatori. Ma esistono diversi sistemi tramite cui ottenere da Unicredit prestiti ai segnalati Crif. Vediamo come fare.

Unicredit prestiti a segnalati Crif: la cessione del quinto

Un primo strumento che Unicredit mette a disposizione dei segnalati Crif per ottenere un prestito è la cessione del quinto. Si tratta di una tipologia di finanziamento riservata ai lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati) e ai pensionati. Grazie a questo sistema possiamo ottenere dalla banca una somma di denaro in tempi relativamente rapidi: il rimborso del prestito avviene attraverso una rata mensile che viene detratta direttamente dallo stipendio o dalla pensione. Questa rata non può in ogni caso superare il 20% dell’importo della busta paga oppure della pensione (da questo la definizione di cessione del quinto).

Si tratta di un sistema semplice per ottenere un finanziamento: infatti Unicredit non richiede ulteriori garanzie per il prestito (salvo quella dello stipendio o della pensione) e nemmeno che il prestito sia finalizzato (quindi non dobbiamo in alcun modo giustificare le nostre spese). Normalmente questo tipo di finanziamento può avere una durata da 24 a 120 mesi e le coperture assicurative obbligatorie per legge sono a carico della banca.




Unicredit prestiti a segnalati Crif: Il consolidamento del debito 

Se ci troviamo nella situazione di avere diversi finanziamenti, anche con banche e società finanziarie diverse, e uno stipendio, possiamo provare a richiedere a Unicredit il consolidamento del debito. Si tratta di una possibilità che viene offerta anche ai segnalati Crif e che permette di cancellare tutti i finanziamenti precedenti, che vengono consolidati in un unico finanziamento con Unicredit come creditore. Questo vuol dire che ci troveremo a pagare una singola rata mensile invece che più rate a diversi soggetti e abbiamo anche la possibilità di ottenere un credito ulteriore, sempre da Unicredit.

La durata di questo tipo di finanziamento va dai 36 ai 120 mesi, con un TAN predeterminato alla stipula del contratto. Permette di ottenere una somma fino a 50.000 che copre i costi dei prestiti precedenti, a cui può essere aggiunta della nuova liquidità.  Inoltre questo tipo di prestito prevede la possibilità di attivare delle assicurazione (opzionali) che proteggono la capacità di rimborso del prestito nel caso si verifichino particolari eventi.

La stipula di questo tipo di prestito richiede più tempo e una procedura più complessa rispetto alla cessione del quinto: infatti prima di erogare questo finanziamento la banca può compiere tutti i necessari accertamenti sulla capacità creditizia del richiedente.




Unicredit prestiti a segnalati Crif: credito pegno su pegno

E se abbiamo bisogno di un prestito ma non abbiamo a disposizione una busta paga? Unicredit offre la possibilità di ottenere un prestito “pegno su pegno”, cioè di ottenere un prestito dando in cambio un bene che può essere valutato in modo oggettivo. Si tratta di una tipologia di prestito che è accessibile a chiunque, anche se non si ha una busta paga e se si rientra nella categoria dei cattivi pagatori.

Per ottenere il prestito l’oggetto dato in pegno deve essere sottoposto a una perizia che ne attesta il valore: basta quindi consegnare l’oggetto in questione per ottenere il prestito. Una procedura molto semplice, ma di contro dobbiamo considerare che le condizioni per ottenere questo prestito sono normalmente meno vantaggiose rispetto a quelle relative ad altre forme di prestito. Questo vuol dire un tasso di interesse più alto e una durata del contratto più breve (di solito non superiore ai 12 mesi).




Credito pegno su pegno: il mancato rimborso

Cosa succede se non siamo in grado di rimborsare il prestito pegno su pegno alla scadenza prevista? In questo caso la banca potrà decidere di mettere all’asta il bene avuto in pegno, ma noi saremo liberi da qualsiasi vincolo verso la banca. La conseguenza immediata sarà che avremo perso il nostro bene.

Abbiamo visto come è possibile ottenere da Unicredit prestiti a segnalati Crif. Nel caso nessuna delle opzioni viste fosse quella giusta per noi, possiamo sempre valutare di sfruttare lo strumento del prestito fra privati per ottenere la somma di cui abbiamo bisogno. Ovviamente scegliendo dei prestatori che sono esperti nel settore e che svolgono da tempo questo tipo di attività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *